QUATTRO SACERDOTI PER UNA COMUNITA’

Categories: News,Primo Piano

Quattro sacerdoti, quattro comunità, una nuova realtà che iniziamo a costruire: l’Unità Pastorale di Villafranca.

Se ne è parlato molto negli ultimi mesi ed adesso è arrivato il momento di muovere i primi passi anche se siamo solo a quello che spesso viene definito “il taglio del nastro”.

I primi interessati al cambiamento sono senz’altro i sacerdoti, chiamati ad un passaggio importante che il vescovo ha definito “…maturare una cultura della pastorale al plurale: “i preti e le loro parrocchie”, al posto di quella al singolare: “il prete e la sua parrocchia”; una cultura della Corresponsabilità Preti e Laici…” (cfr. Apertura del cantiere delle unità Pastorali – Mons. G. Zenti).

A coordinare il lavoro del gruppo di sacerdoti sarà Mons. Giampietro Fasani, arrivato nella parrocchia del duomo di Villafranca nell’ottobre del 2011 dopo 10 anni trascorsi a Roma al servizio della Conferenza Episcopale Italiana come Economo Generale. Con lui come co-parroci di questa Unità Pastorale ci saranno don Claudio Sacchiero, al secondo anno di servizio nella parrocchia dei ss. Pietro e Paolo; don Gianluca Bacco, dall’anno scorso a Rosegaferro e Quaderni, e don Daniele Cottini che dopo 8 anni a Ronco all’Adige è stato chiamato dal vescovo a far parte del gruppo dopo avere avviato l’Unità Pastorale di Ronco-Albaro-Tombasozana e Scardevara.

Nei nostri sacerdoti sono “rappresentati” i tanti volti della nostra diocesi sia per la vita sacerdotale che per l’esperienza pastorale: don Claudio, originario di Peschiera del Garda, è sacerdote da 10 anni; don Daniele è nato nel cuore della Valpolicella, Fumane, ed è stato ordinato nel 1989; il paese delle “mele”, Belfiore, ha dato i natali a don Gianluca che, ordinato nel 2000, ha svolto gran parte del suo ministero sulla Lessinia Orientale. Dalla parte opposta della Lessinia, quella Occidentale di Erbezzo per intenderci, proviene don Giampietro che ama ricordare le sue origini e la contrada in cui è nato il “Martin” a due passi dalla frazione di Corso di Grezzana.

Sono loro, questi 4 sacerdoti, che sono chiamati al non facile compito di dare concretezza ad un progetto che avrà bisogno di tempo, di pazienza, ma anche delle energie e della collaborazione di tutti. Con loro, grazie alla Provvidenza, di prezioso supporto ci sono anche altri sacerdoti: don Giampaolo Tazzoli, don Silvio Cordioli, don Andrea Faccioli e don Francesco Marchi.

L’augurio è che la specificità, la ricchezza, la storia, il carisma di ciascuno di questi nostri sacerdoti sia ancora di più stimolo a crescere come Comunità, per valorizzare e armonizzare i doni che lo Spirito genera nella sua Chiesa e portarci tutti insieme alla comunione e all’unità.