Verbale CPP 9.10.2017

Categories: Verbali

VERBALE DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DEL 09.10.2017

Il giorno 9 ottobre 2017 in sala Franzini, si è riunito il Consiglio Pastorale Parrocchiale con la presenza aggiunta di Don Daniele Cottini e Don Gianluca Bacco.

Risultano assenti giustificati i seguenti membri: Ottoboni Massimiliano, Gallino Diego, Mura Pierangelo, Aldea Gabriela, don Francesco Marchi e Don Dimitrio Petrovan .

L’ ordine del giorno è il seguente:

  1. saluto e preghiera

  2. approvazione verbale CPP 11 settembre 2017

  3. presentazione ai parroci del cammino fatto dal precedente CPP

  4. presentazione dei gruppi parrocchiali da parte dei membri rappresentanti del CPP

  5. sintesi e rimando di quanto emerso

  6. varie ed eventuali.

  1. SALUTO E PREGHIERA

Si inizia il  secondo CPP con il saluto di Don Giampietro e  la lettura del brano “ Dalla lettera di san Paolo ai Romani”, seguita da un breve commento di Don Claudio e la recita della preghiera insieme (vedi foglietto).

  1. APPROVAZIONE VERBALE CPP 11.09.2017

L’assemblea con tutti i suoi membri approva il verbale con data 11 settembre 2017.

  1. PRESENTAZIONE AI CO-PARROCI DEL CAMMINO FATTO DAL PRECEDENTE CPP

Roberto Zoppi in qualità di moderatore inizia a presentare in modo sintetico i punti principali dello scorso mandato e del cammino fatto:

  • Pensare e progettare in modo differente ed avere una differente coscienza critica unita all’operatività;

  • Aiutare la comunità a lavorare per progetti pastorali;

  • Formazione personale e comunitaria;

  • Assemblea parrocchiale;

  • Introduzione di percorsi come per esempio “I Quaresimali”;

  • Accogliere e mettere in pratica la volontà di Papa Francesco nei 4 precedenti anni di mandato (1 anno: RISCOPRIRE ACCOGLIERE FORMARE; 2 anno: riscoperta della messa domenicale tramite l’Enciclica Evangelii Gaudium; 3 anno: anno della Misericordia con i tre verbi ABITARE EDUCARE TRASFIGURARE; 4 anno: formazione personale e comunitaria tramite Servizio educativo, infine Servizio Liturgico e Amoris Laetitia).

Infine lo scorso CPP vuole trasmettere e trasferire al nuovo alcuni aspetti molto importanti in altrettanti tre ambiti: CONTENUTI-METODOLOGIA-PROSPETTIVE.

CONTENUTI:

  • Trasmissione della fede

  • Unità pastorali

  • Capacità di vivere la sfida

  • Formazione dei laici

  • Creare una rete di relazioni.

METODO:

Aspetti positivi: lavoro in gruppo e lavorare per progetti.

Criticità:  le sollecitazioni arrivate dall’esterno sono state forti ma non si ha avuto il tempo come CPP di elaborarle; e’ mancato il passaggio tra il lavoro del CPP e la comunità.

Suggerimenti: per avvicinarsi sempre più alla comunità è necessario renderla partecipe del lavoro svolto dal CPP e creare momenti di condivisione.

PROSPETTIVE:

Attivare delle strategie positive per rendersi visibili e al servizio della comunità (es: sito internet, progetto pastorale..).

Il consiglio pastorale parrocchiale deve essere, per una comunità, come il lievito per la pasta.

 

  1. PRESENTAZIONE DEI VARI GRUPPI PARROCCHIALI

I Gruppi pastorali sono stati chiamati precedentemente a formulare una breve descrizione tipo “carta di identita’” ponendo l’attenzione anche sulla prospettiva dell’ Unità Pastorale. I gruppi si presenteranno seguendo l’ordine alfabetico per rappresentante.

Laura Baietta per GRUPPO CATECUMENALE:

e’ composto da 32 famiglie, 3 catechiste e 4 giovani in supporto

dedicato ai ragazzi di 1 e 2 media

appuntamento la prima domenica del mese con confronto e lavoro di gruppo genitori/ragazzi

presenza di Don Giampietro

U.P.: ci saranno sicuramente dei progetti ma sarà difficile attuarli nella realtà.

Alessandra Castagna per CATECHISMO MEDIE

E’ composto da circa 15 catechiste affiancate da giovani animatori

dedicato ai ragazzi della scuola media

appuntamento 1 volta ogni due settimane

presenza di don Claudio

U.P.: molto entusiasmo ma qualche timore, ovviamente si camminerà insieme.

Elisabetta Foletto per PREPARAZIONE AL SACRAMENTO DEL BATTESIMO

E’ composto da 4 coppie di sposi come animatori

Dedicato ai genitori che esprimono la volontà di battezzare il proprio figlio

Celebrazione dei battesimi 1 volta al mese all’interno della messa (max 10 bambini)

Le coppie di genitori vengono guidate in 3 incontri, il primo a casa e gli altri due in parrocchia insieme ai padrini

Partecipazione alla messa per la Giornata della Vita

U.P.: ottima occasione di confronto e possibilità di fare formazione; desiderio comune di costituire un catechismo post-battesimale.

Jacopo Franchini per ADOLESCENTI E GIOVANI

Formato da 13 animatori suddivisi in 9 nel gruppo Adolescenti e  4 nel gruppo Giovani

Il giorno di ritrovo e’ il venerdì sera nelle sale delle opere parrocchiali e i temi sono legati ai sussidi o a tematiche proposte dai ragazzi legate ai loro bisogni (gruppo giovani)

Appuntamenti e attività a livello diocesano come per esempio il Meeting

U.P.: il Meeting e’ già un esempio di Unità pastorale ma la prospettiva e’ ottimista; la difficoltà sarà lavorare insieme con diversi background

Leonardo Franchini per GRUPPO SCOUT VILLAFRANCA 1

Gruppo nato 70 anni fa

Composizione: circa 150 persone tra animatori e ragazzi divisi in lupetti, esploratori e guide, rovere e scolte e comunità’ capi

Attività svolta il sabato pomeriggio e campi estivi e servizio nella comunità

U.P.: avventura tutta da scrivere

Diego Gallino per POLISPORTIVA SAN GIORGIO  (presentata da Roberto Zoppi in assenza del rappresentante)

nata nel 1957 per desiderio di don Egidio Baietta

conta circa 600 atleti di vario livello e di età diverse

propone varie attività come Gioca lo Sport, Basket, ecc..

U.P.: cammino non facile e impegnativo ma possibile perché’ la mission e’ che lo sport unisce le persone e le fa crescere insieme.

Wendy Garusi per Gruppo GIOVANI FAMIGLIE

Composizione: 3 famiglie come gruppo animatori e circa 7 coppie partecipanti (sposate da non più di 3/4anni)

Terzo anno di attività

Incontri bimensili di domenica pomeriggio con la presenza di Don Giampietro e Don Paolo

Attività di coppia e confronto insieme e chiusura con partecipazione alla messa e cena insieme.

U.P.: possibilità di crescita numerica e di confronto con gli altri gruppi affini

Caterina La Pastina per GRUPPO MISSIONARIO

Composto da 7/8 membri di età adulta con qualche volontario che aiuta nelle occasioni di mostra o mercatini

Il gruppo sostiene 3 progetti: Missione “Prolife” in Kenya, un dispensario in Tanzania e il progetto di Diana Guidorizzi in Madagascar

U.P.: possibilità di conoscere e collaborare con altri gruppi

Deborah Lonardi per AZIONE CATTOLICA

Quest’anno l’ A.C. festeggia i 150 anni dalla fondazione

All’interno ci sono 4 pilastri fondamentali: 1. Obbedienza e servizio alla parrocchia 2. Progetto educativo cristiano 3.Stile di vita cristiano 4. Impegno ala carità

Il cammino può essere sostitutivo al catechismo ed è riconosciuto

Presenta varie attività vicariali e diocesane da bambini fino all’età adulta ed è un valore aggiunto per la comunità

U.P.: possibilità di collaborare e allargarsi in gruppi sempre più numerosi

Giorgia Nicolaci per CATECHISMO ELEMENTARI

Composto da 31 catechiste con 390 bambini circa fascia 7-10 anni

Il catechismo si suddivide in Conoscenza della Vita d Gesù, Preparazione alla Riconciliazione, Preparazione al Sacramento della Comunione e nell’ultimo anno presentazione delle attività’ pastorali parrocchiali

U.P.: il cambiamento ha bisogno di tempo ma il gruppo confida nello scambio di buone pratiche

Donatella Manzati per CENTRI DI ASCOLTO

I C. di A. sono nati circa 20 anni fa e sono formati da gruppi di adulti ospitati nelle varie case di famiglie disponibili in varie zone della parrocchia

Il clima è amichevole e familiare e i centri sono 14 con la partecipazione di circa 6/7 fino a 15/20 persone

I tempi forti sono l’ Avvento e la Quaresima

Manca purtroppo il rinnovo generazionale

U.P.: vi è presente una coscienza delle difficoltà nel cambiamento ma la prospettiva di arricchimento e’ positiva

Stefano Sartori per NOI

Il circolo Noi e’ uno strumento di aggregazione e relazione all’interno della parrocchia e deve impegnare il tempo libero in modo cristiano. Conta circa 750 iscritti e un direttivo di 15 persone e propone varie attività, come teatro, film a tema, sabati per famiglie, progetto Arte, Grest estivo.

U.P.: una strada da costruire insieme

Dino Serpelloni per GRUPPO FIDANZATI ovvero PERCORSO IN PREPARAZIONE AL MATRIMONIO CRISTIANO

Tuttora ci sono 4/5 coppie di sposi di diversa età come animatori

gli incontri del corso sono 18 o 19 suddivisi in parrocchia o a casa degli animatori e a San Fidenzio (formazione)

si trattano varie tematiche guidate anche dalla presenza di esperti ( psicologo, sessuologo, ecc…) con importanza all’aspetto della spiritualità

quest’anno le coppie iscritte che parteciperanno sono 12

U.P.: gruppo ottimista e pronto a lavorare per il confronto

Martina Zamboni per GRUPPO LITURGICO

Formato da 5/6 persone e Don Giampietro ( coro, rappresentante dei chierichetti, signore addette alla sistemazione della chiesa, lettori)

Appuntamento 2 volte/anno in Avvento e Quaresima

U.P.: tutti convinti che sarà una risorsa, sicuramente faticoso per i 4 co-parroci ma il gruppo darà il proprio sostegno

Roberto Zoppi per GRUPPO CARITA’

Il gruppo conta 4 realtà: Caritas, Centro aiuto Vita e Consultorio, Famiglie in rete, San Vincenzo.

La Caritas e’ nata nel 2008, ha all’attivo 12 volontari e ha come finalità l’accoglienza e l’ascolto di persone bisognose (conoscenza e accompagnamento ai servizi più sostegno economico per le famiglie in difficoltà); ha due obiettivi: l’ annuale Festival degli Stili di Vita e l’ Emporio della carità per la distribuzione dei viveri ai più bisognosi.

La San Vincenzo conta 10 volontari ed e’ finalizzata alla distribuzione dei beni di prima necessità.

L’ associazione Famiglie in Rete e’ nata nel 2005 e aiuta le famiglie con difficoltà o disagio dal punto di vista sociale-economico-educativo; attualmente ci sono 35 bambini iscritti anche di origine straniera; la finalità’  e’ quella di avere dei progetti per migliorare le condizioni delle famiglie in difficoltà.

Il Consultorio e Centro Aiuto Vita sono nati nel 1986, svolgono un’ attività gratuita seguendo circa 90 famiglie e facendo 750 consulenze l’anno; ci sono 80 volontari e tramite la Giornata per la Vita si raccolgono fondi.

U.P.: c’è la viva speranza di raggiungere più persone e di lavorare sul terreno culturale e non solo assistenziale.

Inoltre esistono altre 2 realtà all’interno della parrocchia: i Frati Capuccini che preparano e dispensano il pranzo una volta al giorno ai più poveri e il gruppo dei Ministri Straordinari dell’Eucarestia assieme agli Accoliti.

5.SINTESI E RIMANDO

A Stefano Pasqualetto il compito di fare sintesi dopo la presentazione dei gruppi.

Emerge quando elencato di seguito:

  • gli aspetti positivi riguardo all’Unità Pastorale sono maggiori di quelli negativi,

  • nell’ U.P. il confronto sarà una risorsa grande per la crescita dei gruppi,

  • il confronto crea entusiasmo e con il tempo ci sarà disponibilità e collaborazione per affrontare nuove sfide’

  • tutti i gruppi hanno sottolineato la necessità di mettersi in rete e il bisogno di far conoscere l’operato all’intera comunità tramite l’ Agire con serietà.

Interviene Don Daniele sostiene di essere contento di accogliere la positività dei gruppi presenti e che ci vorrà del tempo per assestarsi e lavorare insieme, non mancheranno le difficoltà ma appunto il tempo e l’ entusiasmo e l’apertura aiuteranno nel lungo percorso.

Don Claudio riflette sul desiderio di lavorare insieme per togliere anche certi individualismi pastorali. Serve Tempo ed il consiglio ne ha. Si parte dalla conoscenza per arrivare alla collaborazione comune.

Don Giampietro sostiene che e’ arrivato il momento di guardarci con stima anche all’interno dell’Unità Pastorale, il punto di partenza e’ assolutamente positivo perché vi e’ entusiasmo; i sacerdoti non sono cambiati per fortuna e non spariranno nemmeno le parrocchie, semplicemente si lavorerà insieme in uno stato unitario nuovo e di fede.

7.VARIE ED EVENTUALI

Si ricordano gli appuntamenti più prossimi:

  • Quarantore dal 12 al 14 ottobre 2017,

  • Festa del Mandato domenica 15 ottobre con la messa alle ore 10 e consegna del libricino del Progetto Pastorale,

  • 4 incontri di formazione per tutti (2 a novembre e 2 a gennaio)sulla Gioia dell’ Evangeli Gaudium,

  • 19 ottobre a San Zeno di Mozzecane incontro sul “Fine Vita”,

  • Per i Quaresimali sono stati contattati il dr. Marco Tarquinio, direttore di “ Avvenire” e il professor Giorgio Mion, docente presso l’ Universita’ di Verona.

Si conclude il Consiglio Pastorale Parrocchiale  con la preghiera finale.